Il Teatro Bellini di Napoli

teatro-bellini-napoli-culture-hotel-2

11 marzo 2013

Il nuovo Teatro Bellini è stato inaugurato il 6 febbraio del 1878 e ha riacquistato in breve tempo il prestigio del vecchio teatro distrutto in un incendio otto anni prima.
Per circa 15 anni il Bellini ha dato spettacoli musicali di buon livello, quindi la lirica cominciò a cedere il passo alla prosa dialettale e per alcuni anni il teatro fu la sede stabile della compagnia di Eduardo Scarpetta.

Con il nuovo secolo, il Bellini è diventato un tempio dell’operetta prima, e della rivista e della canzone poi, non disdegnando di accogliere saltuarie rappresentazioni di prosa.

teatro-bellini-napoli-culture-hotel

Dopo un periodo non proprio florido, in cui il teatro fu ridotto a sala cinematografica di filmetti da terz’ordine, il Bellini raggiunse di nuovo grandi risultati grazie a Tato Russo che fece del Teatro di Napoli la sede del suo teatro e della sua compagnia.
In poco più di un anno, superando enormi difficoltà organizzative ed economiche, riuscì a riportare l’edificio all’antico splendore e, con la messa in scena dell’Opera da tra soldi di Bertolt Brecht, nell’autunno del 1988, il Bellini fu ancora una volta un teatro di tutto rispetto.

Un evento a Napoli da non lasciarsi sfuggire è in scena dal 18 aprile proprio al Teatro Bellini: “Dignità autonome di Prostituzione“, uno spettacolo di Luciano Melchionna, in cui gli attori sono alla mercè dello spettatore. Rigorosamente in vestaglia o giacca da camera, adescano e si lasciano abbordare dai clienti/spettatori che muniti di ‘dollarini’, contrattano il prezzo delle singole prestazioni. Monologhi o performances del teatro classico e contemporaneo, atti ad emozionare, far riflettere e divertire lo spettatore, in uno stupore continuamente sollecitato.

 

Teatro Bellini di Napoli